Scadenza statuto Terzo Settore

Enti del terzo settore e modifica dello statuto scadenza al 30 giugno 2020

Entro il 30 giugno 2020 tutte le associazioni che vogliono entrare nel Terzo Settore devono modificare i loro statuti, il termine originario di adeguamento fissato al 3 febbraio 2019 è stato prorogato dapprima al 3 agosto 2019 e successivamente al 30 giugno 2020 con D.L. del 30 aprile 2019 n. 34 che recita:

“in deroga a quanto previsto dall’art. 101, comma 2, del Codice del Terzo Settore, di cui al decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117, i termini per l’adeguamento degli statuti delle bande musicali, delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle organizzazioni di volontariato e delle associazioni di promozione sociale sono prorogati al 30 giugno 2020. Il termine per il medesimo adeguamento da parte delle Imprese Sociali, in deroga a quanto previsto dall’art 17, comma 3, del decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 112, è differito al 30 giugno 2020.”

La modifica è obbligatoria se si vuole ottenere l’iscrizione al RUNTS. Il vantaggio nasce dal fatto che per la modifica delle ODV, APS, ONLUS e bande musicali sarà necessaria una assemblea agevolata ordinaria senza particolari maggioranze. Infatti, si rispetteranno le regole dall’assemblea ordinaria.

Da notare che il mancato adeguamento non permette l’iscrizione al RUNTS ma non esclude l’iscrizione agli attuali registri della ODV, APS E ONLUS.

Si rileva anche un aspetto importante per le ONLUS iscritte all’anagrafe unica dell’Agenzia delle Entrate. Queste seguono un percorso diverso rispetto alle ODV e APS. Le ONLUS non verranno trasferite in automatico nell’apposita sezione del Registro Unico in quanto ancora non è stata abrogata, la normativa ONLUS (D.LGS. N. 460/1997). Questa resterà in vigore fino all’inizio del periodo di imposta successivo alla piena operatività del RUNTS: solo dal quel momento l’attributo fiscale ONLUS verrà soppresso.

In sostanza le ONLUS dovranno, temporaneamente, avere due statuti rispettivamente

  • l’attuale statuto, che avrà efficacia fino a quando la normativa onlus rimane in vigore
  • un nuovo statuto adeguato alle nuove disposizioni normative, il quale acquisterà efficacia solo nel momento in cui entrerà in vigore la parte fiscale della riforma.

I due statuti saranno raccordati da una clausola sospensiva.

Per attuare la modifica dello statuto i passaggi da seguire sono :

  • Predisporre il nuovo statuto con le modifiche previste dal codice del Terzo Settore
  • Convocare l’assemblea ordinaria e deliberare per le ODV, APS, ONLUS e bande musicali
  • Presentare alla Regione ed all’Agenzia Entrate il nuovo statuto con il verbale di assemblea

Ora vediamo singolarmente cosa bisogna fare per adeguarsi.

Le organizzazioni di volontariato (ODV)

Le ODV iscritte nell’apposito Registro Regionale dovranno:

  • Predisporre il nuovo statuto con le modifiche previste dal codice del Terzo Settore
  • Convocare l’assemblea ordinaria e deliberare, con maggioranza semplice, la modifica statutaria
  • Presentare alla Regione ed all’Agenzia Entrate il nuovo statuto allegando il verbale di assemblea.

La registrazione del nuovo statuto all’Agenzia delle Entrate sarà esente dal pagamento di bolli ed esente da imposta di registro.

Importante: se l’associazione non è iscritta al Registro Regionale dovrà procedere all’iscrizione per poter usufruire delle agevolazioni previste per il terzo settore.

Le associazioni di promozione sociale (APS)

Le APS iscritte nell’apposito Registro Regionale dovranno :

  • Predisporre il nuovo statuto con le modifiche previste dal codice del Terzo Settore
  • Convocare l’assemblea ordinaria e deliberare, con maggioranza semplice, la modifica statutaria
  • Presentare alla Regione ed all’Agenzia Entrate il nuovo statuto allegando il verbale di assemblea

La registrazione del nuovo statuto all’Agenzia delle Entrate sarà esente dal pagamento di bolli ed esente da imposta di registro.

Importante: se l’associazione non è iscritta al Registro Regionale dovrà procedere all’iscrizione per poter usufruire delle agevolazioni previste per il terzo settore.

Le Onlus

Le Onlus, iscritte all’Anagrafe unica tenuta dall’Agenzia delle entrate.
La registrazione del nuovo statuto all’Agenzia delle Entrate sarà esente dal pagamento di bolli e soggetta all’imposta di registro di euro 200 da pagarsi con modello F24

Iscrivendosi a WindDoc si posso trovare gratuitamente dei format di statuto modificato e modelli di assemblea già predisposti. Inoltre grazie ad una assistenza sia tecnica che fiscale posso avere un supporto nell’affrontare questo passaggio cosi critico per le associazioni.

Vuoi scoprire come WindDoc può aiutarti a lavorare più velocemente?

REGISTRATI, È GRATIS!